#perilbeneditutti – Da beni confiscati a beni comuni

“DI MEMORIA IN MEMORIA – In viaggio contro la paura”
25 gennaio 2020
Show all

#perilbeneditutti – Da beni confiscati a beni comuni

#perilbeneditutti
Da beni confiscati a beni comuni
7 marzo 1996/2020: 24 anni di legge 109
 
La confisca e il riutilizzo sociale dei beni confiscati hanno rappresentato in Italia la possibilità e l’opportunità di restituire alle comunità locali e alla gente quello che le mafie avevano e hanno acquisito indebitamente, con la violenza e la prevaricazione mafiosa.
 
A Polistena (RC) il Centro Polifunzionale Padre Pino Puglisi, assegnato alla Parrocchia Santa Marina Vergine – Duomo di Polistena, ha saputo concretizzare il sogno in un segno: da emblema del potere mafioso a simbolo del riscatto sociale e civile di una comunità.
Il Centro Polifunzionale è stato ristrutturato grazie al Progetto “LiberaMente Insieme” sostenuto dalla Fondazione CON IL SUD, dalla Fondazione Il Cuore si scioglie onlus da Enel Cuore Onlus. Tra gli altri partner ci sono: la Cooperativa Sociale Valle del Marro – Libera Terra, Libera Contro le Mafie, EMERGENCY e Il Samaritano.
 
Il Centro Polifunzionale è oggi una cattedrale dei diritti, il luogo e lo spazio riqualificato e rigenerato nel quale i diritti e la dignità delle persone sono i principali coinquilini. Le attività con i più piccoli, con i giovani, con i migranti, con chi soffre e con chi è solo hanno guidato i nostri 10 anni di impegno verso il bene.
 
Il riutilizzo sociale dei beni confiscati alle mafie è stato e sarà il bene che si organizza e sa tenere testa al male.
Per la liberazione del nostro Paese.
Per la giustizia e la libertà di ognuno e ciascuno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *